M5S e Grillo: il grande spacco, si forma un nuovo partito

Oggi 6 senatori del Movimento 5 Stelle hanno presentato le proprie dimissioni. Tra questi 6 senato...

Il Credo di Berlusconi

O credi in Berlusconi o non ci credi. E' sempre stata questa la forza del leader Maximo di ...

ADHD e industrie farmaceutiche

E' conosciuta come Disturbo da Deficit di Attenzione e proprio ieri le colonne del New York...

Grillo rivoluzionario incita alla disobbedienza le forze dell'ordine

Grillo cavalca subito la rivolta dei forconi e tuona dal suo Blog : rivolgendosi ai responsabil...

La morte di Mandela e l'ignoranza dei giornalisti italiani

La morte di Nelson Mandela prende alla sprovvista i giornalisti italiani . Non una, ma ben 4 t...

M5S e Grillo: il grande spacco, si forma un nuovo partito

Oggi 6 senatori del Movimento 5 Stelle hanno presentato le proprie dimissioni.
Tra questi 6 senatori solo uno era stato sfiduciato ieri dal bolsccvichi M5S , Ornellana.

Forse si formerà un nuovo soggetto politico, un soggetto politico in cui, probabilmente confluiranno anche gli altri espulsi dal Movimento.
Molti del movimento sono ormai in grande disaccordo con Grillo e Casaleggio, tanto che hanno bucato anche l'account Twitter di Casaleggio.
Casaleggio esperto internet? Mica tanto:

La Casaleggio associati usava come password di twitter la parola "santorsola", un errore che nemmeno un bambino delle scuole elementari farebbe e ormai sono ore che un non ben identificato Blogger, ma molti pensano che sia un sostenitore M5S si sta divertendo scrivendo improbabili messaggi.

Il Credo di Berlusconi

O credi in Berlusconi o non ci credi.


E' sempre stata questa la forza del leader Maximo di Forza Italia e ora, dal Suo sito ufficiale ci fa sapere che per festeggiare i suoi 20 anni da quel 6 febbraio in cui quest'uomo baciato da Dio enunciò a braccio - come faceva un grande politico italiano prima di Lui -  ci ripropone i punti essenziali del cosiddetto CREDO LAICO, i punti fondanti cioé, dell'essenza del Berlusconismo e della Libertà.

Italiani!

In un momento così critico e difficile per il Nostro paese, uniamoci insieme e recitiamo:

ADHD e industrie farmaceutiche

ADHD e industrie farmaceutiche

E' conosciuta come Disturbo da Deficit di Attenzione e proprio ieri le colonne del New York Times hanno lanciato l'allarme che ormai questa malattia si sta diffondendo come una piaga negli Stati Uniti.

I bambini a cui è stata diagnosticata questa malattia sono passati da 600.000 a circa 3,5 milioni dagli anni '90 ad oggi.

I bambini di oggi soffrono tutti di ADHD?
Non proprio, o così almeno dice il medico che ha pubblicato un editoriale con cui dice che ormai l'influenza delle case farmaceutiche ètale su genitori, medici ed insegnanti che questi numeri, che sono diventati simili ad un'epidemia sono gonfiati grazie al marketing delle case farmaceutiche.

Grillo rivoluzionario incita alla disobbedienza le forze dell'ordine

Grillo rivoluzionario incita alla Golpe le forze dell'ordine

Grillo cavalca subito la rivolta dei forconi e tuona dal suo Blog: rivolgendosi ai responsabili delle forze dell'Ordine:
"Vi chiedo di non proteggere più questa classe politica che ha portato l'Italia allo sfacelo, di non scortarli con le loro macchine blu o al supermercato, di non schierarsi davanti ai palazzi del potere infangati dalla corruzione e dal malaffare".
Ma leggiamo tutto questo comunicato al limite dell'eversione, come ha sottolineato Alessia Morani, responsabile giustizia del PD.

La morte di Mandela e l'ignoranza dei giornalisti italiani

La morte di Mandela e l'ignoranza dei giornalisti italiani

La morte di Nelson Mandela prende alla sprovvista i giornalisti italiani.
Non una, ma ben 4 testate giornalistiche fanno un errore imperdonabile, asserendo che Mandela sarebbe il padre dell'apartheid.
Evidentemente nemmeno conoscono il termine apartheid.
Noi, nella Nostra ignoranza, ve lo copiaincolliamo da wikipedia:
 "L'apartheid (lingua afrikaans, letteralmente "separazione") era la politica di segregazione razziale istituita dal governo di etnìa bianca del Sudafrica nel dopoguerra e rimasta in vigore fino al 1993".